Beni Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico per il Polo Museale della città di Roma

6.4 Sala dei Festoni

Sala dei Festoni
 

Il nome, dato alla sala da Mariano Borgatti, primo direttore del Museo, durante i restauri da lui promossi all'inizio del Novecento, allude al movimento ondulatorio e continuo suggerito dai cortei dipinti di tritoni e nereidi danzanti, di figure femminili e maschili alternate a unicorni che si dispiegano, come una ghirlanda, sulla sommità delle pareti.
Queste intriganti pitture furono realizzate, come quelle della adiacente Sala dell'Adrianeo, dall'équipe di pittori coordinata da Luzio Luzi (1544-1545). La sala, forse un'anticamera, è servita da scale di collegamento con gli ambienti di servizio prossimi al Cortile di Alessandro VI e, in alto, con la Cagliostra. La vicinanza alla Loggia di Paolo III e alla sommità dell'edificio, dove per lungo tempo si tennero fuochi pirotecnici, può suggerire il motivo della perdita dei soffitti originali, in legno dipinto dorato e argentato, che ne rifinivano la decorazione in modo simile a quanto ancora visibile nella Sala del Perseo e nella Sala di Amore e Psiche

Mibac Minerva Europe Museo & Web

Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo
Via del Collegio Romano, 27
00193 Roma, Italia
tel. 39 06 67231
www.beniculturali.it

© Tutti i diritti riservati

 

Polo Museale del Lazio
Piazza San Marco, 49
00186 Roma, Italia
Tel. 06 69994251  -  06 69994342
e-mail: pm-laz@beniculturali.it
PEC: mbac-pm-laz@mailcert.beniculturali.it


Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo
Lungotevere Castello, 50
00186 Roma, Italia
tel. 39 066819111
e-mail: pm-laz@beniculturali.it  

 

 

  Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido!

Copyright 2005 Ministero per I beni e le attività culturali - Polo Museale del Lazio - Disclaimer

pagina creata il 05/05/2009, ultima modifica 31/08/2012